Velocizzare il sì al ddl per l’artigianato artistico e tradizionale

Ringrazio CNA per l’appoggio, per le proposte e le idee che hanno portato alla scrittura dei contenuti di questo testo. Sarà molto importante in queste fasi l’azione di sensibilizzazione che la Confederazione potrà fare sui territori per poter accelerare il percorso di approvazione”. Ad affermarlo il senatore Stefano Collina nel suo intervento alla presidenza nazionale di CNA Artistico Tradizionale dedicata al disegno di legge (Ddl) sull’artigianato depositato, nei giorni scorsi, in Parlamento.

Collina ha poi sottolineato il legame del comparto dell’artigianato artistico tradizionale con i territori: “Questo Ddl vuole porre elementi comuni che diano risposte di prospettiva a queste settore con tutte le sue specificità e anche a tutte le articolazioni che sono presenti nei territori.”

L’intervento di Collina è proseguito descrivendo l’iter parlamentare che dovrà condurre all’approvazione del Ddl: “Sto lavorando e mettendo il mio impegno per trovare la strada più veloce al via libera. Bisogna sfruttare questo momento, la presenza di un governo ampiamente sostenuto a livello parlamentare, per far sì che ci sia il coinvolgimento in modo trasversale di tutti i parlamentari che hanno a cuore le sorti del comparto artistico-tradizionale del nostro Paese, in un lavoro comune per mettere in campo iniziative di tutela e rilancio di questo settore che ha bisogno di risorse, ma soprattutto di soluzioni normative per creare quelle condizioni di trasmissione del lavoro per il futuro. Dobbiamo arrivare alla fine della pandemia con le imprese vive.”

All’incontro erano presenti oltre a Gabriele Rotini, responsabile CNA Artistico Tradizionale, al presidente dell’unione, Andrea Santolini, e ai membri della presidenza, anche Marco Capozi, responsabile del dipartimento Relazioni istituzionali e Affari legislativi della Confederazione, e Roberto Angelini, dello stesso dipartimento.