Trento, confermata l’attenzione alle istanze delle categorie economiche

La Giunta provinciale conferma l’intenzione di riservare una grande attenzione ai problemi delle categorie economiche: lo ha ribadito il presidente Maurizio Fugatti che questa mattina ha ricevuto, in due incontri distinti, alcuni rappresentanti del commercio, dei servizi alla persona – parrucchieri, estetisti – e delle strutture ricettive. All’esterno del palazzo della Provincia era in corso una manifestazione di operatori di questi settori economici, che aveva l’obiettivo di richiamare l’attenzione sulle difficoltà del momento. “Capiamo la preoccupazione e la tensione che ci sono tra tanti commercianti – ha commentato il presidente Fugatti – perché la situazione è oggettivamente difficile”.


l “decreto sostegni”, ha comunicato il presidente Fugatti, è al momento insufficiente ma il Governo ha già detto che metterà a disposizione ulteriori risorse rispetto a quelle già previste. “La Provincia – ha aggiunto Fugatti – sta inoltre lavorando ad un proprio provvedimento di natura economica, che andrà a integrare gli interventi nazionali, nei settori dove questi ultimi non arriveranno. L’auspicio però è che il Trentino possa uscire nel più breve tempo possibile dalla zona rossa e poi anche da quella arancione, per garantire il ritorno alla normalità, anche per le attività economiche”.

Il presidente ha anche confermato la volontà di proseguire il confronto con le categorie economiche ed ha assicurato l’impegno della Provincia in materia di vaccinazioni, che saranno aumentate in base alla disponibilità dei vaccini.

Sul fronte dei contagi da Coronavirus, ha spiegato Fugatti, il picco sembra essere stato raggiunto nelle scorse settimane e quindi ci si aspetta di evolvere verso una situazione migliore.

Le categorie economiche, che hanno chiesto di poter lavorare, hanno manifestato preoccupazione per la situazione attuale che vede gli operatori fare fronte a spese che continuano ad esserci nonostante le limitazioni. Hanno chiesto inoltre maggiori controlli nei confronti degli assembramenti.

Il presidente Fugatti ha confermato l’impegno dell’esecutivo provinciale nel sostenere le categorie economiche in questo momento così delicato, per scongiurare il pericolo di veder chiudere le attività.

Iscriviti alla newsletter