Trentino, ritorno in classe al 50% a partire dal 7 gennaio

Gli studenti trentini rientreranno a scuola in presenza al 50% il prossimo 7 gennaio. Lo ha confermato stamane l’assessore all’istruzione e cultura Mirko Bisesti, in un incontro con i dirigenti scolastici. “Desidero ringraziarvi tutti – ha esordito l’assessore – per l’impegno profuso anche durante questi giorni di vacanze natalizie particolari, contraddistinte dalla pandemia. Nel corso della notte – ha spiegato Bisesti – si è tenuta un’interlocuzione informale con i vertici nazionali in merito alla riapertura della scuola in presenza. In questo contesto alcune realtà regionali hanno espresso perplessità in merito alla riapertura il prossimo 7 gennaio, ma a tre giorni dalla fine delle vacanze, dopo un ulteriore confronto con la parte sanitaria e sulla base dei dati sanitari che caratterizzano il quadro provinciale, posso confermare che in Trentino il 7 gennaio si partirà con la didattica in presenza al 50%, come peraltro stabilito dal Ministro Speranza.

Alla riunione, presenti anche il dirigente generale del Dipartimento istruzione, Roberto Ceccato e la Sovrintendente scolastica, Viviana Sbardella è stato spiegato che dopo un confronto costante tra Commissario del Governo, vertici della sanità, dei trasporti e dell’istruzione si è giunti ad un nuovo Piano trasporti che prevede il 50% dell’occupazione dei mezzi pubblici. 

Il nuovo Piano prevede l’aggiunta di ulteriori 115 mezzi per i percorsi extraurbani, 20 per le tratte urbane e 40 per il trasporto ferroviario. Sono previsti inoltre dei presìdi alle fermate degli autobus e un monitoraggio di due settimane per capire eventuali ulteriori passi da intraprendere.

Iscriviti alla newsletter