Provincia di Trento: il 15 maggio riaprono i negozi, il 18 maggio tutto il resto

Nella giornata di martedì 12 maggio 2020 si è riunita la Giunta Provinciale per affrontare il tema del progressivo rientro e, durante la diretta facebook,  il Presidente Fugatti ha ricordato che era stata chiesta  la riapertura di tutte le attività di commercio al dettaglio a partire dall’11 maggio e dal 18 maggio tutto il resto.

Lunedì 11 maggio il Governo ha comunicato che il commercio al dettaglio potrà riaprire dal prossimo 18 maggio; a tal proposito, è stato comunicato verrà anticipata al 15 maggio la riapertura del commercio al dettaglio (abbigliamento, scarpe ecc) e da luned’ 18 maggio il resto. Per quanto riguarda il rispetto dei protocolli di sicurezza ed in vista delle riaperture, sono state approvate oggi le linee guida Nazionali in materia ristorazione.

Sergio Silvestrini, segretario generale di CNA, per fronteggiare la grave crisi che ha colpito il turismo ha chiesto:

  • Introduzione bonus turismo
  • Contributi a fondo perduto per gli affitti degli immobili e per compensare il crollo del fatturato
  • Un piano di rilancio promuovendo, attraverso un fondo specifico, la destinazione Italia
  • Estensione delle concessioni demaniali fino al 2033 in tutti i comuni costieri

Nel solo primo semestre 2020 si stima una perdita del fatturato del comparto turismo di oltre 40 miliardi di euro che creeranno, tra italiani e stranieri, oltre 32 milioni di assenze nella sola stagione estiva.

Oltre a questo, CNA chiede al Governo di inserire nel DI Rilancio lo stanziamento di almeno un miliardo di euro per rifinanziare il Fondo di solidarietà bilaterale per l’artigianato (Fsba), che a marzo ha assicurato prestazioni a 500 mila lavoratori di imprese artigiane, erogando circa 300 milioni di euro a fronte di uno stanziamento di 60 milioni.