Documento di trasporto e fattura differita

Con riferimento alle cessioni di beni l’Agenzia delle Entrate ricorda che l’emissione della fattura differita è subordinata alla circostanza che la consegna o la spedizione dei beni risulti dal “documento di trasporto o da altro documento idoneo a identificare i soggetti tra i quali è effettuata l’operazione” (art. 21, comma 4, lett. a, DPR 633/72).


Il documento di trasporto o il documento idoneo deve contenere determinate informazioni tra cui “l’indicazione della data, delle generalità del cedente, del cessionario e dell’eventuale incaricato del trasporto, nonché la descrizione della natura, della qualità e della quantità dei beni ceduti”. In mancanza delle informazioni richieste i documenti non sono idonei a legittimare la fatturazione differita con conseguente obbligo per il contribuente di provvedere all’emissione di fatture immediate.