Deduzioni forfetarie autotrasporto, aumenta la dotazione. CNA Fita Trentino Alto Adige: importi pari a quelli del 2019, necessaria la circolare operativa

Il DL Agosto ha incrementato di 5 milioni di euro la dotazione finanziaria per le deduzioni forfettarie per le imprese di autotrasporto che per il 2020 sale così a 75 milioni consentendo il riconoscimento di importi almeno pari a quelli del 2019: 48 euro/viaggio per i viaggi personalmente effettuati dal titolare fuori dal comune; 16,80 euro/viaggio per quelli effettuati entro il comune. Lo rende noto CNA Fita Trentino Alto Adige, che apprezza l’operato della Ministra dei Trasporti Paola De Micheli, la quale ha confermato gli impegni e l’attenzione nei confronti del settore dell’autotrasporto.

“L’Agenzia delle Entrate deve emanare urgentemente la circolare per rendere operative le deduzioni forfettarie – spiega Piero Cavallaro, referente regionale CNA Fita – dal momento che giovedì 20 agosto scade il termine per il versamento delle imposte relative alla dichiarazione dei redditi 2019. Al riguardo è auspicabile una proroga di almeno un mese per il versamento delle imposte”.

CNA Fita ora attende la ripubblicazione dei valori indicativi di riferimento e la nuova norma che garantisca equi tempi di pagamento alle imprese. Si tratta di due misure indispensabili per superare mali endemici dell’autotrasporto che, in questo particolare periodo, si sono ulteriormente acutizzati.

In questa fase ancora molto difficile per l’intera economia, CNA Fita chiede alla Ministra De Micheli “di intervenire a favore della proroga al 31 dicembre 2021 della fruibilità del rimborso delle accise sui carburanti per i veicoli classificati euro 3 ed euro 4”.