COVID19 – CNA Trentino: un blackout economico senza precedenti

Nella giornata di giovedì 23 Aprile la percentuale dei contagi ha confermato essere in via di stabilizzazione (5,3%), pur essendo leggermente più alta rispetto al giorno precedente. Nonostante il dato rassicurante Francesca Parolari, presidente di UPIPA, ha dimostrato essere preoccupata per il sistema RSA dove, pur essendo stato  fatto tutto il possibile per contenere l’emergenza Covid19, risulta esserci una situazione molto critica per tutte le oltre 40 strutture presenti sul territorio.

Nella giornata del 23 si sono svolti tutti gli incontri con le minoranze sul Testo di legge, che sarà in approvazione con contributi a fondo perduto diversi, in base allo scaglione di reddito,  per importi che ammonteranno a qualche migliaio di euro.

Il Disegno di Legge ammonterà a 130-170 milioni di euro ed avrà approvazione nel più breve tempo possibile. Il Trentino, ha più volte sottolineato il Presidente Fugatti, si dice quindi pronto a ripartire!

Anche noi di CNA, abbiamo espresso le nostre perplessità sull’efficacia e sui tempi delle misure del Governo: pur comprendendo tutte le difficoltà dettate da tempi record e carenza di personale, bisogna tenere presente che un minimo di istruttoria la banca deve farla.

La conseguenza di tutto questo è che, pur trattandosi di una valutazione riferita al 31 gennaio scorso, non tutti i soggetti passano il semaforo del merito del credito: chi era bancabile avrà un ritorno positivo, chi aveva problemi già prima dell’emergenza, avrà esito negativo!

Gli Artigiani ed il sistema delle piccole imprese sono allo stremo delle forze; sono i più colpiti da quella che si è configurata come una crisi economica senza precedenti, che rischia di trasformarsi in una profonda depressione senza interventi incisivi e rapidi.

I primi 350 miliardi di euro, stanziati dal Governo, faticano a trasferirsi al sistema delle imprese ed, a farne le spese, sono  principalmente le più piccole che boccheggiano e bramano misure di ristoro ed indennizzo per riuscire a superare quello che si configura come il blackout economico senza precedenti!