COVID-19 – Il Trentino programma la ripartenza. CNA offre supporto alle aziende per approntare i piani di sicurezza

I numeri del contagio sono ancora importanti (3891), ma ci sono stati alcuni dati positivi:  il Presidente Fugatti durante la conferenza stampa di ieri, ha sottolineato che il numero dei contagiati rispetto al numero dei tamponi effettuati si attesta circa il 9%, cifra che si prevede essere ulteriormente in calo nei prossimi giorni con l’aumento del numero dei tamponi.

Il Presidente Fugatti ha fatto poi riferimento al tavolo tecnico avvenuto ieri sulla riapertura dei cantieri all’aperto, annunciando che i cantieri possono riaprire solo se viene garantita la sicurezza dei lavoratori e degli imprenditori e che, a tal proposito, è in preparazione un vademecum d’intesa con sindacati ed associazioni di categoria: avranno validità le regole già in vigore, che comprendono distanze di sicurezza, mascherine e controllo della temperatura.

È stata annunciata la disponibilità di 14 strutture alberghiere per ospitare malati Covid che non necessitano di cure ospedaliere e si terrà oggi un tavolo tecnico per mettere in moto questo percorso.

Va inoltre chiarito che NON E’ CAMBIATO NULLA IN MERITO ALLE ORDINANZE IN VIGORE SULLA MOBILITA’ PERSONALE.

L’assessore Segnana, ha ricordato che fino alle 13.00 di oggi sono state ben 8238 le domande di bonus alimentare accolte in Trentino e ha annunciato l’arrivo, per domani, di 4 medici volontari della Protezione civile nazionale, che saranno impegnati negli ospedali trentini.

Infine, il dato sulle donazioni all’Azienda sanitaria provinciale, che hanno superato i 6 milioni e mezzo di euro. Sono 11595, complessivamente, i soggetti che hanno donato.

Per quanto ci riguarda, siamo dell’opinione che non si può andare oltre al 3 maggio, gli artigiani, gli imprenditori, i collaboratori e tutta la rete economica e sociale deve essere rimessa in moto.

Lavorare in sicurezza sia per i lavoratori che per i clienti si può.

Molte aziende avevano approntato dei piani di messa in sicurezza già prima della chiusura ora li stanno potenziando ed affinando e quindi sarannoin grado di aprire.

Fino ad ora sui luoghi di lavoro non si sono sviluppati focolai di contagio, ciò dimostra che non vi è nessun contrasto tra lavoro e salute.

CNA Trentino è pronta a dare supporto alle aziende

per approntare i piani di sicurezza, dare supporto alla stesura di procedure interne.

scrivi a covid19@cnatrentino.it