COVID-19 – Ecco come convertire l’impresa per produrre mascherine

La situazione di emergenza che il Paese sta vivendo ha posto con forza la necessità di sostenere, spesso attivare, la capacità produttiva, sul territorio nazionale, di mascherine e di altri dispositivi di protezione individuale.

Al riguardo, informa CNA Nazionale, il DL 17 marzo 2020, n. 18, cd “Cura Italia”, ha introdotto alcune disposizioni che prevedono la possibilità per le imprese di produrre tali dispositivi in deroga alla normativa vigente. In particolare, il decreto sopra richiamato definisce un’apposita procedura attraverso cui le imprese devono autocertificare all’Istituto Superiore di Sanità (ISS) il rispetto delle caratteristiche tecniche e dei requisiti di sicurezza delle mascherine che intendono produrre.

Per facilitare le imprese interessate all’avvio della produzione di mascherine chirurgiche, la Task Force CNA per la gestione dell’emergenza ha elaborato un format per l’autocertificazione prevista dal decreto “Cura Italia” (comma 2, art. 15 DL 17 marzo 2020, n.18), da inviare all’Istituto Superiore di Sanità, e del relativo allegato tecnico contenente gli elementi utili alla validazione delle mascherine da parte dell’ISS.

In allegato, unitamente ai predetti materiali, trovate anche una nota informativa più dettagliata che può essere messa a disposizione delle imprese per fornire maggiori elementi conoscitivi. Sempre con riferimento alla produzione di mascherine, la CNA Federmoda, insieme ad altri soggetti istituzionali e non, è impegnata nella condivisione di progettualità in gruppi di lavoro ministeriali.

NOTA INFORMATIVA

ALLEGATO TECNICO

AUTOCERTIFICAZIONE