COVID-19 – CNA Benessere e Sanità – Misure per il contenimento del contagio da virus – PARRUCCHIERI ED ESTETISTE NON SONO OBBLIGATI ALLA CHIUSURA

PARRUCCHIERI ED ESTETISTE NON SONO OBBLIGATI ALLA CHIUSURA

CNA Benessere e sanità alla luce del DPCM 8 marzo 2020 che introduce misure restrittive per il contenimento del contagio da virus Covid-19 e del DPCM 9 marzo 2020 che estende tali misure a tutta Italia, compreso il Trentino Alto Adige, informa gli associati che la definizione di “centro benessere” utilizzata nel decreto corrisponde ad uno specifico codice Ateco (96.04.10: gestione di bagni turchi, saune e bagni di vapore, solarium, centri per snellimento e dimagrimento, centri per massaggi, centri per cure antifumo eccetera) diverso dai codici Ateco relativi a: Servizi di saloni di barbiere e parrucchiere (96.02.01), Servizi di istituti di bellezza (96.02.02), Servizi di manicure e pedicure (96.02.03), attività di Tatuaggio e piercing (96.09.02).

Per tale ragione le attività di estetica e acconciatura non sono soggette a limitazioni.

NON SIETE OBBLIGATI ALLA CHIUSURA

Cionondimeno il gestore, sulla base delle disposizioni contenute nel decreto, è tenuto ad adottare modalità di accoglienza dei frequentatori idonee ad evitare assembramenti di persone e, in ogni caso, tali da consentire agli stessi il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.

In caso di violazione è prevista la sospensione dell’attività.

Per quelle attività invece che non hanno modo di garantire il rispetto di tali misure è necessaria la chiusura immediata.

È importante tuttavia che vengono rispettate le seguenti misure igienico – sanitarie:

  1. Ricevere i clienti solo su appuntamento;
  2. Non accogliere clienti che manifestino sintomi da infezione respiratoria;
  3. Utilizzare per qualsiasi tipo di prestazione di estetica o acconciatura guanti monouso e mascherine;
  4. Mantenimento di una distanza interpersonale di almeno un metro;
  5. Non creare assembramenti negli spazi di attesa (massimo 4/5 persone secondo la metratura dei locali così da poter mantenere la distanza di un metro tra un cliente e l’altro);
  6. Lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani;
  7. Evitare abbracci e strette di mano;
  8. Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
  9. Coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);
  10. Evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri;
  11. Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol.

Le presenti indicazioni e comunicazioni sono uniformate a quelle di altre associazioni di categoria.


Nonostante queste indicazioni, l’imprenditore è libero

di valutare la temporanea sospensione della propria attività.

NON SI ESCLUDE UN NUOVO DECRETO DEL GOVERNO CHE OBBLIGHI

TUTTE LE ATTIVITA’ ALLA CHIUSURA. VI TERREMO INFORMATI.