CNA al premier Draghi: “Priorità prorogare interventi su bollette e accise carburanti. Occorre sbloccare i crediti dei bonus edilizi ed erogare i 500 milioni già stanziati per l’autotrasporto”

Le priorità del prossimo decreto aiuti dovranno essere la proroga delle misure per alleggerire le bollette e la riduzione delle accise sui carburanti. CNA Trentino Alto Adige si allinea alla richiesta presentata dal presidente nazionale Dario Costantini nel corso dell’incontro tra il premier Mario Draghi e le parti sociali sul provvedimento in arrivo. Alla luce del quadro politico e del clima di forte preoccupazione tra le imprese “va nella giusta direzione l’impegno del governo di proseguire nell’adozione dei provvedimenti necessari a far fronte alle urgenze e all’attuazione del Pnrr. “Il nostro Paese sta vivendo un momento di crisi e di emergenze straordinarie senza paragoni ed è per questo che, ora più che mai, l’attenzione deve essere concentrata a trovare soluzioni tempestive ai problemi straordinari di cui si stanno facendo carico da mesi le nostre imprese”, così il presidente di CNA Trentino Alto Adige Claudio Corrarati.

CNA, sia a livello locale che nazionale, ribadisce l’assoluta necessità di sbloccare i meccanismi per la cessione dei crediti collegati ai bonus edilizi con particolare riferimento alle decine di migliaia di imprese che sono in gravissime difficoltà. I correttivi introdotti con il decreto aiuti non offrono la risoluzione del problema e continuano a suscitare dubbi interpretativi con riferimento al termine di decorrenza. Infine occorre rendere operativo il credito d’imposta sul caro-gasolio per i veicoli pesanti Euro 5-6 adottando le misure attuative per erogare alle imprese i 500 milioni già stanziati.