Centro Studi CNA: in Trentino Alto Adige un’azienda su due muore entro 5 anni. Corrarati: necessarie politiche a sostegno delle nuove ditte

In Trentino Alto Adige il tasso di sopravvivenza delle imprese dopo 5 anni è sceso, in dieci anni, dal 57,3% al 48,9%, con Bolzano che passa dal 55,2% al 49,9% e Trento dal 59,4% al 47,7%. Una azienda su due, muore entro cinque anni dall’avvio dell’attività. Lo rivela l’analisi del Centro Studi CNA.

“Resta alta la voglia di fare impresa, in Italia come in Trentino Alto Adige – argomenta Claudio Corrarati, presidente della CNA Trentino Alto Adige – nonostante le mille difficoltà che si devono affrontare, ma il contesto non aiuta e incide in modo negativo sulla capacità di essere competitivi. Nel 2019 le nuove attività imprenditoriali in Italia hanno superato la soglia di 353mila, pari a un tasso di natalità del 5,8% che conferma la vitalità degli italiani nel fare impresa. L’analisi realizzata dal Centro Studi della CNA fa emergere, però, il progressivo deterioramento del tasso di sopravvivenza delle imprese. Il potenziale sviluppo è frenato da ostacoli storici come l’elevata pressione fiscale, gli oneri burocratici, il prezzo elevato dell’energia, la scarsa dotazione infrastrutturale che incide negativamente sulla produttività e quindi sulla competitività”.


“In questa fase – aggiunge Corrarati – chi è impegnato a creare il nuovo governo delle città della nostra Regione, così come le due Giunte provinciali, tengano in debito conto la necessità di sviluppare politiche regionali, provinciali e comunali che agevolino l’economia, le nuove aziende e le re-startup delle aziende prive di successione”.

Nel 2017 soltanto il 41,1% delle imprese italiane (il 49,9% di quelle altoatesine e il 47,7% di quelle trentine) nate cinque anni prima risultava ancora in attività. Si tratta di un valore decisamente basso e che si è ridotto in modo rilevante nell’ultimo decennio. Nel 2008 infatti il tasso di sopravvivenza a cinque anni delle imprese si attestava al 52,2%. Oltre un’impresa su due dopo cinque anni era ancora viva. In Alto Adige si superava il 55%, il Trentino si sfiorava il 60% di sopravvivenza

L’analisi CNA inoltre rileva che la fase più critica per le nuove imprese è nel primo anno di vita. Poco più del 50% risulta attiva dopo dodici mesi, un tasso di sopravvivenza molto contenuto e in drastico peggioramento. Nel 2008 il tasso di sopravvivenza delle imprese a un anno era superiore al 65%.