CNA Fita: “Autostrade, il Governo revochi gli aumenti delle tariffe. Rete inadeguata”

img

“Chiediamo al Governo di revocare immediatamente gli aumenti delle tariffe autostradali riconosciuti ai concessionari  come ogni inizio d’ anno”. Lo dichiara Piero Cavallaro, referente della CNA Fita per il Trentino Alto Adige, rilanciando nella nostra regione la battaglia della CNA Fita nazionale. Anche l’Autobrennero, infatti, ha avuto il benestare per un aumento dei pedaggi dell’1,67%. 

“Il mondo dell’autotrasporto sembra avere una sola certezza – prosegue Cavallaro – il primo gennaio, inesorabilmente, arrivano gli incrementi dei pedaggi a fronte di miglioramenti della qualità del servizio solo presunti. Non sono riscontrati dagli utenti, infatti, e in particolare dalle associazioni degli autotrasportatori professionali, cui non è riconosciuta voce in capitolo, autentici figli di un dio minore che devono solo pagare e tacere. Eppure, nei costi di un’azienda di autotrasporto di merci per conto terzi, i pedaggi autostradali, con un impatto di circa il 10 per cento, rappresentano la terza voce di costo dopo personale e carburante. Un vettore che esegue trasporti di linea nazionali effettua oltre il 70 per cento della sua percorrenza annua su autostrade a pedaggio”.

“E’ venuto il momento – sottolinea Cavallaro - di aggiornare le modalità di adeguamento annuale delle tariffe, un meccanismo sostanzialmente automatico in vigore dal 2007,  per tenere conto in maniera più appropriata della qualità del servizio reso dai concessionari. Continuiamo a registrare, infatti, l’inadeguatezza della rete autostradale italiana. La dimostrano la velocità media, tra le più basse d’Europa, i disagi che si ripercuotono sugli utenti a ogni precipitazione nevosa, la mancanza di aree di sosta e di servizi di assistenza appropriati,  la cattiva manutenzione delle strutture e del manto autostradale”.

“Paradossalmente – tiene a precisare l’esponente della Cna Fita - gli aumenti delle tariffe autostradali non tengono conto nemmeno delle aree svantaggiate: l’incremento di poco inferiore al 13 per cento della Strada dei Parchi, a esempio, penalizza le oltre 2mila attività dell’autotrasporto professionale abruzzese che non dispongono di infrastrutture alternative accettabili da e verso Roma. Invece, secondo il principio che lo Stato deve garantire la continuità territoriale, a questi e ad altri territori svantaggiati dovrebbero essere applicate tariffe scontate. Il Governo sia coerente: non può riconoscere che l’autotrasporto professionale italiano ha i costi più cari d’Europa e poi continuare a penalizzarlo”.

News

Voucher digitalizzazione PMI, arrivano altre risorse. Accolta la richiesta di CNA 18-05-2018

Privacy, CNA chiede uno stop di sei mesi alle sanzioni 10-05-2018

Fatturazione elettronica. Emanate le prime soluzioni operative in linea con le richieste della CNA 04-05-2018
Con il provvedimento attuativo numero 89757/2018 del 30 aprile 2018 l’Agenzia delle Entrate ha fornito le istruzioni operative, vale a dire le regole tecniche ed i primi chiarimenti applicativi per l’emissione e la ricezione delle fatture elettroniche tra soggetti privati il cui ob

Lavoro, rallenta la crescita dell’occupazione nelle PMI. Centro Studi CNA: pesa l’incertezza politica. Corrarati: rischiamo di fermare la ripresa 02-05-2018
Continua la crescita dell’occupazione nell’artigianato e nella micro e piccola impresa anche a marzo. Ma a un ritmo più lento dei primi due mesi dell’anno. Un risultato che sconta anche il clima d’incertezza politica. Lo rileva l’Osservatorio lavoro della CNA che monitora mensilmente

Sistri, un salasso costato alle imprese 200 milioni di euro. Sistema non operativo ma è obbligatorio pagarlo 30-04-2018
"Duecento milioni di euro. A tanto ammontano le risorse sottratte alle imprese per pagare un servizio obsoleto, non funzionante, mai divenuto effettivamente operativo quale il Sistri, il sistema di tracciamento dei rifiuti pericolosi". Lo afferma Claudio Corrarati, presidente della CNA Trentino Alto

Leggi tutte le notizie

Rassegna stampa

Donne in Prese
Trentino (09/08/2018)

Fattura Elettronica
Corriere del Trentino (11/03/2018)

Fattura Elettronica
Trentino (11/03/2018)

Donne Impresa
Trentino (08/03/2018)

Sacchetti BIO
Corriere del Trentino (05/01/2018)

Leggi tutti gli articoli

Via Tonale 96, 38010 San Michele all'Adige TN - Tel. 0461 1592185 - Fax 0461 1592184 - Email info@cnatn.it - PEC cnatrento@cert.cna.it

Powered by:
MBytes